Fare un bambino

Un po’ di tempo fa ho ascoltato un libro che si chiama The Power of Meaning di Emily Esfahani Smith (tradotto in italiano come Cercare la felicità non rende felici: I quattro pilastri per una vita ricca e appagante).

Ci ho trovato un concetto interessante che avevo sentito a sua volta un po’ di tempo prima, quando eravamo andati a sentire la scrittrice Lionel Shriver a Aye Write, un festival di letteratura di Glasgow.

L’idea è che il mondo sia ossessionato con la ricerca della felicità, ma che dovrebbe invece concentrarsi sulla ricerca del significato. La prima è un’esplosione di endorfine molto piacevole ma po’ fatua, mentre il secondo è una cosa più seria, che si deve perseguire con qualche forma di impegno e fatica, ma che alla fine dà senso alla vita.

Un esempio perfetto di questo assioma è il fare bambini: ci sono studi che dimostrano che i genitori, soprattutto i neogenitori, se tu gli chiedi sei felice? Ti rispondono NO. Perché fare figli non dà la felicità, è una fatica assurda, eppure la gente continua a farlo, perché fare figli è una di quelle cose che dà significato. Il libro parla di quattro pilastri legati al senso della vita: relazioni, scopo, trascendenza e narrazione. C’è anche un Ted Talk se volete avere un riassunto e vedere se il libro fa per voi, io lo avevo trovato interessante.

Durante la scrittura di questo post il mio bambino mi ha interrotto un numero fuori controllo di volte: mi ha chiesto l’acqua, uno snack, di giocare al suo treno, di stare con lui mentre faceva la cacca, si è seduto su di me per guardare la tivù, ogni tre minuti, due minuti, minuto: mami, mami, what about my bici, vuole attaccare la sua valigia trunki piena di dinosauri alla sua bici e andare in giro per la casa, si sono rotti degli occhiali di Harry Potter e li devo aggiustare, c’è sempre qualche bisogno pratico o spirituale di cui prendersi cura.

A me piace l’elemento di assurdo che fare bambini infila nella vita: l’inaspettato, l’entusiasmo, la fantasia. Come attaccare una valigia di dinosauri alla bici, e poi andare a fare un giro in cucina.

5 thoughts on “Fare un bambino

  1. Troppe persone perdono di vista il fatto che, pur non potendo essere mai davvero pronti ad avere dei figli e all’enormità di cambiamenti che l’esperienza comporta, c’è un fattore che a mio avviso non deve mai mancare, ovvero è essere pronti ad assumersi la *piena responsabilità* di mettere al mondo un altro essere umano che dipenderà da te per molto, molto tempo, un mini-te che non potrai riportare indietro presentando uno scontrino e che non ti darà, come la società vuol tuttora farci credere, quella completezza che speravi di avere, se non l’hai già acquisita prima di diventare genitore. Essere genitore deve aggiungere qualcosa di enorme e stupendo nella vita di una persona, non colmare delle lacune. Altrimenti si rischia solo di crescere una creatura nella frustrazione e nell’incompletezza.

    1. È molto vero, un figlio non ti completa, anzi, il contrario: ti manda in pezzi. Io non ho mai conosciuto nessuno che ha fatto figli con superficialità, al contrario, conosco chi di pensa tanto e non lo fa proprio perché non è convinto del tutto. Infatti, è una responsabilità enorme e non si disattiva mai. Proprio ora mio figlio mi sta tirando la maglia per giocare

      1. Cucciolo!!! Purtroppo conosco fin troppe persone che hanno avuto figli per le ragioni più sbagliate. Forse è per questo che ricado invece nel gruppo di quelli che vogliono essere in grado di dar loro tutto, prima di metterne al mondo. E per ora ci sto ancora lavorando 😉

  2. … Aurora io veramente al secondo “Papi” consecutivo credo che darei già fuori di matto … ma ormai sono irrecuperabile … a 54 anni suonati ho passato da mò l’età per fare figli …

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s