Cose che ho imparato a Febbraio

Febbraio finisce con grandi lezioni da piccoli maestri di meraviglia e cose altre che scopro da me e mi fa bene ricordare. Forse e’ una cosa da fare ogni giorno, quella di annotarsi la bellezza, che senza liste di cosa ho imparato a trentatre anni ci si dimentica al risveglio.

Voglio segnare prima di tutto i miei antidoti ai giorni no, quando non c’e un pezzo di faccia che stia disteso ed e’ tutto un arricciare di naso, stringere di occhi e corrucciare di bocca: in questi tempi e’ la musica che mi salva dalla trasformazione in limone. C’e’ Paul Simon con Graceland che mi resuscita il buon umore, quando arriva You Can Call Me Al io divento  rotonda e liscia come un’anguria d’estate, e’ un album bellissimo che non mi stanca mai. Poi c’e’ Florence, parte Dog Days are Over e io passo dal coma alla corsa in un dlingy dlingy. Per ultimo tengo l’arma segreta, con questa canzone e’ inevitabile abbracciare la gioia, di quelle un po’ mentecatte: Cheerleader, OMI. Io amo questa canzone, amo sentirla per caso in piscina oppure al supermercato, e poi sceglierla apposta per resettarmi.

Voglio anche ricordarmi delle soddisfazioni dei propri traguardi e delle mie cinquanta vasche due volte alla settimana, piene di acqua e insulti in italiano appena ci entro dentro, ma anche piene di me che in questi mesi di tentativi ho imparato a guadagnare fiato e metri, fino a 1500 per volta.

E poi non voglio dimenticare altre cose, metafore leggere della vita:

  • Nella lotta tra un pinguino con la pistola e un dinosauro con la spada,  vince il pinguino
  • Scoprite il punto di solletico delle persone che vi circondano, e’ un’arma potentissima sia per gli amici che per i nemici
  • Quando ti dicono di fare finta di mangiare del toffee, o lo fai bene o te lo scordi di passare al livello successivo
  • Quando si canta tutti insieme mii maa muuu, ma ma muuu, con certezza del cento per cento a un certo punto il suono diventera’ mii maa puuu. Perche’ ci sono poche cose piu’ divertenti della cacca.

Ricordatevelo, in certe giornate di.

 

IMG_6024

Advertisements

12 comments

  1. Bellissimo il tuo post, complimenti per i progressi con il nuoto 👏👏 mi aspetta un weekend impegnativo..mi sa che prenderò in prestito la tua musica, mi servirà 😅 le prime due canzoni non le conosco..ma le cerco subito, un’occasione per conoscere vie d’uscita nuove, sono d’accordo che la musica possa salvarti in giornate no 😊😘

  2. se hai una giornata no puoi sempre pensare ad un topo appeso al mio cappottino blu nell’armadio, chiedi a Michi, ti farà avere tutti i dettagli del caso …..

  3. Davvero carina questa cosa di appuntarsi le cose imparate serie e semi-serie. Complimenti hai un blog divertente e interessante .
    Michela

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s