A casa del gatto

La scorsa settimana i miei amici Alan e Helen erano in vacanza e io sono stata a casa loro col gatto Flo. È stato bello perché era come essere in un albergo, un albergo con un gatto dentro.

Ogni giorno in compagnia di un felino è scandito da doveri genitoriali tra cui dargli da mangiare appetitosi bocconcini due volte al giorno, nasconderci dentro la droga che gli permette di continuare la sua vita da gatto e sopratutto eliminare i suoi rifiuti biologici sedutastante per evitare che in casa si ricrei l’atmosfera dei bagni della stazione. Le serate poi passano a osservare l’animale e immaginare che parli francese e stia pensando

Lo sso que mi drogate il scibo, stronsi.

IMG_0406.JPG

E poi si adiri perché nessuno le gratta il pelo forforoso.

IMG_0405.JPG

Vivere con un gatto significa anche cercare di attirare la sua attenzione per poter fare catselfies pubblicabili, ma quando si ha a che fare con una palla di pelo ventenne ci si scontra con problemi di udito non indifferenti.

IMG_0409.JPG

IMG_0410.JPG

Flo poi sembra solo interessata a mangiare un po’ del cibo di ieri che solo oggi ha quel buon sapore di carogna che le piace tanto, lasciando il cibo di oggi per domani in una catena alimentare chiaramente corrotta che io non infrango per evitare che non assuma tutta la droga necessaria alla sua sopravvivenza almeno fino alla fine della settimana.

IMG_0412.JPG

A casa di Flo è stata una settimana speciale, una dimensione domestica inedita che forse non mi ha fatto venire voglia di avere un gatto, ma almeno una tivù. Ma pensandoci, cosa ti serve una tivù se puoi passare il tempo a fare il gioco TROVA FLO!

IMG_0408.JPG

Eccola qui, col suo dolce sguardo francese stizzito.

IMG_0407-0.JPG

Au revoir Flo, tu vas me manquer.

IMG_0411.JPG

Advertisements

18 comments

  1. Eccola lì! … non credo che il flash le faccia poi tanto piacere e te lo dirà con un altro francesismo e la forza del pensiero 😉
    Io invece oggi ti ho pensata perché, parlando con me stessa, mi è uscito un “Last Friday” detto con accento scozzese (e un po’ bergamasco).

  2. ahaha i catselfies sono meravigliosi, specie il secondo!
    la foto di Flo nascosta nel cesto e fleshata mi ricorda troppo Ivan il terribile XXXII ahaha che ridere

  3. Mamma che colpo al cuore questo post!
    Mi mancano da morire i miei (che mi hanno bella che dimenticata), persino la fiatella della micia zombie!

    Bello questo hotel con il micio!
    Di’ ai tuoi amici che la prossima volta ci vado io 🙂

    • Si’ e’ stato bello vivere con Flo per una settimana! Okkei la prossiam volta ti aspettiamo, possiamo guardare la tivi insieme e fare i grattini a Flo… conta che ha gia’ 20 anni quindi deve essere asap 🙂

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s