Esercizi di volontà

In questi giorni mi penso più del solito, ero abituata a darmi per scontato. Nel conforto di un rapporto conosciuto mi ero fatta rotonda, credo succeda spesso così, la familiaritá semplifica. Avevo dimenticato che sono fatta di spigoli, in questi giorni riconosco qualcuno visto l’ultima volta una decina di anni fa, gli chiedo cosa fa qui, che nel frattempo io sono cambiata e non c’è più spazio per vecchie versioni di me, acerbe e piene di spine. Ripenso alla strada che ho fatto per cambiare ed evolvere dalla diciottenne innamorata della sua tristezza che mordeva il mondo barricata in se stessa alla donna che sorride alla vita che le sorride, in un esercizio quotidiano di positivitá e umorismo. Cambiare è un esercizio di volontà, credere che si può scegliere cosa si vuole essere. Dieci anni fa mi sono riscritta il codice e l’altra sera ritrovandomi diciassettenne è stato come trovare un bug nel sistema, mi ha ricordato che riprogrammarsi è un esercizio continuo di volontà. In questi giorni sto scaricando gli aggiornamenti dopo aver schiacciato remind me later per un po’.

Loading.

image

Advertisements

20 comments

  1. Scegliere chi si vuole essere e’ davvero il quesito di tutti i giorni. Per me la risposta e’ spesso contraddittoria, da una vita cambio.idea ogni minuto!
    L’importante e’ non stancarsi di chiederselo e non vivere di schemi vetusti!

    • Vero, avendo possibilita’ di scelta ci sono cosi’ tante possibilita’ e opzioni, e’ facile cambiare idea. Io funziono a grandi concetti, magari non so il dettaglio ma di sicuro la direzione.

  2. Cara Riru, mi sa che e’ Glasgow a ispirare cambiamenti. Il mio mese di ottobre e’ stato segnato da una novita’ dopo l’altra ma, come dici tu, e’ tutto successo perche’ ho deciso di riprogrammarmi anche io. Il cambiamento deve partire da noi perche’ nessun altro puo’ scegliere al posto nostro.
    Buona strada, magari un giorno ci incroceremo nelle strade del Southside 🙂

      • Durante la prossima settimana e mezza sarò impegnata col mio ennesimo trasloco… aiuto. Stavolta devo traslocare solo le mie cose, almeno. Dopo il weekend del 15/16 sarò più o meno sistemata, aggiorniamoci poi. Glad Cafe, ne ho sentito parlare ma non ci sono mai stata.

  3. cara …nel 2001 feci lo stesso percorso, anche allora determinato dal fatto che avevo chiuso una relazione, anzi peggio avevo lasciato il fidanzato perfetto. Io allora la accomunai a una grossa salita, cambiai strade, misi in discussione molte cose mie. con fatica arrivai a quella che mi pareva la punta. e sai cosa scoprii? che quella vetta coincideva con il mio punto di partenza. che ero sempre io, e non ero nemmeno così male. spigoli compresi. Tu falli qs aggiornamenti…ma non so perchè mi dai l’idea che è già tutto a posto. la versione migliore…o quasi…

    • Mimma, grazie del bel commento e per condividere 🙂 E’ vero, sono sempre io, solo in diverse forme. A volte certe forme, quelle pure al 100% e non distillate, le devi smussare un attimo, senno sono tipo coltelli volanti. A me piace armonizzarmi col mondo, questo e’ il tentativo. Che periodo… fa bene sapere che altri ci sono passati e hanno trovato la felicita’!

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s