La vicina di casa

In queste settimane vado spesso a correre, accumulo chilometri per arrivare pronta alla mezza maratona il cinque ottobre, la precisione degli allenamenti mi tiene in ordine la vita. Da queste corse scandite dalla musica o dal rantolare del mio respiro torno sempre sudata e appiccicosa, si vede che evaporo pensieri. A volte capita che incroci la figlia dei vicini del piano terra, spunta fuori dalla porta socchiusa del suo appartamento e mi grida HI! con un sorriso entusiasta, io la saluto con fare scandinavo, non l’ho mai vista, e poi che ne so di come si parla coi bambini? Lei mi raggiunge e mi batte cinque.

La volta seguente si ripete lo stesso scenario, io torno sudata, lei sgattaiola fuori dalla porta, HI! esclama, mi raggiunge e stavolta mi abbraccia,  la guardo dall’alto che mi stringe alla vita, indifferente al mio sudore e piena di bene da dare agli sconosciuti.

Ieri mi intercetta mentre sto uscendo, sbuca dalla porta esclamando HI!, ci battiamo il cinque, ci abbracciamo. La incrocio poco dopo fuori dal portone con sua mamma, ricevo ancora un abbraccino. Non sono di qui, la mamma mi guarda e fa segno col corpo muovendo le braccia piegate,

You run?

Yes! le dico io.

You no need, mi risponde, indicandomi il corpo.

It’s for mental strenght, le dico, indicandomi la testa.

Mi lancia uno sguardo scettico dicendo ah con sopracciglia alzate, non la vedo convinta dalla mia spiegazione.

Forse non sa che sua figlia è la mia più grande fan.

Advertisements

18 comments

  1. Vedo che nei post degli ultimi mesi hai fatto spesso riferimento ai bambini e al loro modo di vedere il mondo. Pur avendone uno rimangono ancora alieni per me, alieni da cui abbiamo tantissimo da imparare/ricordare (fai tu).

    • Interessante l’idea che abbiamo cose da ricordare dai bambini. Per un mese a berlino ho fatto da babysitter a un bambino di 13 mesi e lo ricordo come un periodo bellissimo, pieno di amore, passeggiate, e non era neanche mio!

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s