Promontorium Magnum

In questo viaggio sono arrivata fino al bordo più occidentale dell’Europa, immaginatemi in punta di piedi sul limitare del Continente che mi sporgo sull’Oceano come fosse un balcone, c’è casa dietro e l’altro pezzo del mondo fuori.

image

image

image

Cabo da Roca c’è un vento che ti porta via, annodo il vestito per non farlo volare, scendo le rocce e trovo un angolo che è mio. Resto qui un bel po’, penso ai futuri possibili, uno lo lascio qua.

image

image

Ovunque metta i piedi mi sento esploratore: io che sono suggestionabile in Portogallo ho avuto spesso la sensazione di essere seduta in un porto dove sempre qualcosa sta per partire, qualcun’altro per ritornare. Un bel posto per far muovere pensieri.

image

Advertisements

5 comments

  1. Sì, la sensazione è quella anche per me. È il blues che si suona qua.
    E le sue corde per me non sono tristi: a me parlano di possibilita’, di mondi che mi attendono, di porti dove attraccare per riprendere fiato.
    Ciao Riru.

    • Elle bella. Possibilità è scelta, è bella la moltitudine ma si può poi scegliere solo una direzione. A Cabo da Roca ho lasciato una delle destinazioni possibili. Anche io vedo sempre con gioia tutte le possibilitá, e ho molta voglia di esplorare mondi. Ti abbraccissimo.

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s