Una lettera per me

Mi piace sempre scrivere lettere, se siete miei amici di sicuro ve ne ho mandata almeno una nella vita, magari con impronte di burro e marmellata. Se non ci sono le righe sul foglio scendono oblique le mie parole e sporco sempre la mano d’inchiostro con il mio modo di fare sinistro ma resta bello che le parole cadano dalla mia testa alla penna e poi rimangano scritte su carta, dare ai pensieri una destinazione.

Questa volta la destinazione ero io; oggi mi sono scritta una lettera in Inglese, non so perché le parole sono venute fuori in questo idioma in cui sono sempre un po’ più idiota. La aprirò tra sei mesi esatti, il giorno prima di Natale. E’ il mio modo di attraversare il tempo, invece di avere un flusso di oggi voglio raggiungere un punto di arrivo, aprire quella busta tra sei mesi e vedere chi ci trovo dentro. Mi chiedo se leggermi sarà come guardare uno specchio che riflette la stessa persona rimasta immobile per mezzo anno con le medesime cose di dentro oppure se sarò cambiata, se mi sentiro’ diversa. Era importante farlo a questo punto della vita prima del mio matrimonio, per aiutare la memoria a ricordare che persona sono ora e quello che sento; per controllare se tra sei mesi quando sarà inverno me lo sarò dimenticato. Mi piace l’idea di attraversare le stagioni con questa data di scadenza, l’attesa di una lettera per me mi tiene in equilibrio. Esercitare pazienza farà bene al mio spirito.

Dear Aurora

How are you today?

Una Lettera per Mont

Advertisements

12 comments

  1. un’idea fantastica. a volte rileggo il diario dei miei 15 anni: mi sembra di perdere e ritrovare il filo rosso di me stessa in ogni frase. è una sensazione strana, certe volte mi riconosco, altre volte mi sembro una sconosciuta. comunque l’importante è che la lettera a te stessa sia veramente lunga, densa ed intrisa di tutto ciò che senti e vivi ora, altrimenti finirai per ricordare le tue stesse parole e rimanerne “imprigionata”.

    • mi ha fatto molto pensare il tuo commento, hai ragione sai, finisce che ti ricordi a memoria le parole che hai usato e non vai oltre. la lettera e’ due pagine di delirio 😀

  2. Che idea bellissima! Secondo me non sarai la stessa tra mezzo anno, e non solo per via del matrimonio. E, btw, io le tue lettere le ho tutte sul comodino e una sul frigo 🙂

    • oh marta forse martedi’ otto ho bisogno di un letto chez toi, cosi’ posso venire a controllare se davvero le hai tutte sul comodino e sul frigo (girls just want to have fun!) ora ti scrivo!

  3. Mi sorprendi sempre! E continua a farlo!
    Bella l’immagine di te che domini la Scozia e nello stessotempo di fai abbracciare da essa.

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s