Quotidianamont

Quelli che seguono sono gli oggettivi eventi della giornata, ritratti in tre momenti emblematici.

Mattino: deambulo scompostamente verso l’ufficio con una borsa da un lato, un sacchetto del pranzo dall’altro, un cappuccino in una mano. L’elevata ondulazione della camminata da cavallo crea piccoli vortici nel cappuccino che risultano infine in un’esondazione sulla mano e sul sacchetto del pranzo.

Pomeriggio: mi ricordo che martedì scorso ho portato broccoli e uova sode da mangiare, il mercoledì sono partita in business trip e ho dimenticato gli avanzi nel frigo. Un tupperware pieno di stanchi tronchi verdi e ectoplasma aspetta di essere disinnescato, io aspetto che non ci siano colleghi intorno per gettare nel pattume i rifiuti e gettarmi alle spalle le responsabilità olfattive.

Sera: vado a arrampicare e ficco nello zainetto tutti i vestiti da business woman, le scarpe, la maglia sportiva. Quando torno sembra che lo zainetto si sia fatto la pipì addosso: la bottiglietta d’acqua al suo interno si è riversata su tutti i contenuti, non ne è rimasta una goccia. Torno a casa in maglietta, cappotto e fuseaux con un piede asciutto e uno bagnato.

Mi rincuora che il sacchetto del gesso fosse con me e non nello zaino, per oggi ho evitato la cementificazione degli indumenti.

20140210-235353.jpg

Advertisements

10 comments

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s