Glasgow in Riru Mont

Lo scorso fine settimana ho condotto un esperimento e ispirata dal grande scienziato Kevin Bacon ne L’Uomo Senza Ombra ho usato me stessa come cavia. Dopo anni in questo Paese passati a guardare con un sopracciglio alzato le esuberanti donne britanniche che a Gennaio vanno in giro senza calzamaglia e si dislocano le caviglie con le scarpe col tacco, ho deciso di fare lo stesso anche io, che’ da insider si giudica meglio.

Ho abbandonato il mio look naturale da persona che vive nella giungla senza un pettine e ho comprato il necessario per trasformarmi in una donna di Glasgow – ma vale anche per Newcastle e Uk in generale, con la regola che piu’ sali a nord e piu’ l’abbronzatura si scurisce, il capello si volumizza e la gonna si accorcia.

Ciglia finte, unghie finte, finta abbronzatura e un vestito leopardato sono i miei strumenti di trasformazione.

geordie kit

La prima cosa da applicare e’ la fake tan, un’abbronzante spray con cui mi coloro di marrone. Colin mi aiuta nell’operazione dicendomi “sei come una delle mie bici”. Sono anni che non prendo il sole e vedermi di questo colore mi ricorda le estati di tanti anni fa, c’e’ persino odore di spiaggia, piu’ precisamente di sudore indelebile, metallo bagnato e Pakora, e sembra che questo odore sia ora sul mio corpo. Mi spiegheranno poi le mie esperte colleghe che infatti si’, la fake tan puzza, e per questo va fatta il giorno prima.

Gli altri step sono semplici: ciglia finte autoadesive, eyeliner, capelli con effetto Bee-Hive – i boccoli sarebbero stati molto Glasgow ma non ho strumenti abbastanza evoluti – e alla fine unghie finte da parrucchiera. Ci vuole un sacco di tempo e sforzo per prepararmi, mi fanno male le braccia a forza di volumizzare i capelli e frustarli con la spazzola, sono piena di ammirazione per le donne che fanno questo tutti i weekend.

Glasgow girl style

Il vestito leopardato e i sandali senza calzamaglia completano la mia trasformazione, sono pronta per uscire nel vento e la pioggia con una giacca leggera e gia’ ho visioni di me che rotolo sulla strada fuori dal pub, strillo canzoni abbracciando le mie amiche ciondolanti e torno a casa con le scarpe in mano anziche’ ai piedi.

glasgow girl style

glasgow girl style

Vorrei essere molto piu’ arancione e voluminosa ma non so ancora esprimere il Glasgow style al meglio, magari la prossima volta.

With my Role Model
With my Role Model
I want more Orange
I want more Orange

Winner of the most-tanned comp

La vera sorpresa e’ il giorno dopo, e quelli dopo ancora, quando il colore caraibico del sabato si trasforma finalmente in arancione e non va via neanche se lo sfrego con il verde della spugna da piatti.

me and my fake tan forever
Ringo Foot
Aurorange
Aurorange

La prossima volta mi vesto da ned.

ned

Advertisements

41 comments

    • pfahah Elisaaaa. Ci vuole un post a parte per parlare dei miei lookalike 😀 Dai non ricordiamo solo Vladimir, c’e’ anche… Jennifer Lopez? Vladimir pero’ e’ proprio il gemello sotratto alla culla.

  1. L’abbronzatura posticcia no Riru… Manco più le lampade son di moda… E senza calze in inverno non fa bene, come ti direbbe mia mamma. Per le unghie ho parecchie perplessità, sembrano un po’ quelle di Barbie. Comunque nel complesso eri molto figa, quindi “per me è sì!”

  2. Meravigliosa! A Londra ne vedo meno di gente così, mentre in Essex c’era un altra corrente di pensiero, che al posto dell’arancione, prediligeva il male up fatto con il marcatore indelebile…dovrei provare anche io per omologarmi?

    • Vero,a Londra ci sono meno casi di donna orange. Qui va un casino! Si’ dovresti pennalerrarti se vuoi essere una vera donna uk. Viste le tue abilita’ con gli acquarelli faresti tra l’altro un lavoro bellissimo!

  3. perchééééé loo faaaaai, disperata ragazza miaaaa!!!!

    (massima stima Riru, io per ora sono ancora ferma al trash watching e non ho osato guardare tutto dal di dentro, ma tu hai spianato la strada, mi hai mostrato che SI PUòòò FARE! e allora lo farò! ma sei poi morta di freddo o no? quanto ti sei ubriacata da 1 a Glaswegian?)

    • Smilla, scrivendo pensavo proprio a te. ahah la mia ubriachezza quella sera e’ stata nulla, ai livelli di una casalinga del Devon. Non faceva freddo, la fake tan e’ come un mantello in ermellino.

  4. ricordo un tuo vecchio post in cui raccontavi di aver usato della colla al posto dello stucco per chiudere i buchi del muro … sei sicura di non aver usato della vernice spray per auto?
    prova a fare un bagno nel solvente, magari torni come prima!!
    io comunque nemmeno morta andrei in giro senza calze in inverno … del resto io ormai ho una certa età 🙂

  5. Ne hai ancora di strada da fare per raggiungere la raffinatezza delle Glaswegians.
    Prendi ad esempio le tue due colleghe che hai di fianco nelle 2 foto. Hanno addirittura cambiato vestito, trucco e acconciatura nel corso della stessa serata… ineguagliabili! 😀

      • Le tue parole grondano di pura invidia. D’altro canto anche il premier Cameron nel suo post alla nazione su Linkedin, a proposito dell’imminente referendum sull’indipendenza scozzese, ha citato Motherwell mica Glasgow. Si vede che a Londra è giunta voce che mi trovo qui.

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s