Pianificare un matrimont

Pianificare un matrimont non è una faccenda facile. Le tradizionali norme matrimoniali e del buon senso vengono fatte esplodere dalla mia sola presenza. Recentemente al matrimonio di Cesca la mia amica Elena che fa la maestra mi raccontava che segue una bambina che ha già perfettamente chiari tutti i dettagli del suo matrimonio: vestito, location, pettinatura e persino l’uomo che vuole sposare (un avvocato). Io che alla sua età dovevo risolvere problemi di integrazione di un certo livello non avevo tempo di pensare al matrimonio e solo oggi mi ritrovo a chiedermi cosa voglio.

Con Colin si svolgono conversazioni di assestamento in cui cerchiamo di conciliare le reciproche aspettative. Ho ricevuto il divieto di pubblicare i nostri dialoghi o di dare rappresentazioni parziali dei nostri ruoli, quindi ometterò i soggetti.

– A me piacerebbe una grande festa con danze tipiche scozzesi, magari in campagna, con cibo buono, possiamo far arrivare prosciutto e formaggio dall’Italia. Bisogna iniziare a pensarci, vedere posti, prenotare se vogliamo sposarci l’anno prossimo. A te?
– Ma sì, poi vediamo… Io mi immagino un magazzino scrostato con dei tavoli di legno e delle sedie spaiate e un bagno solo, brutto e magari rotto, ma c’è una bella atmosfera berlinese shabby chic e ridiamo tutti perché c’è qualcosa che non funziona e festeggiamo l’amore senza lusso nè fronzoli nè coprisedie.
– vedi come sei, vuoi un bagno alla turca rotto per far finta che non ti importa ma guarda che non sei originale, ti sposi hai un lavoro e tra 50 anni muori come tutti! Io non voglio il matrimonio da jakie (parola scozzese che sta per barbone).

Tu vuoi delle sedie così!

20130925-003750.jpg

Abbiamo anche considerato l’ipotesi del matrimonio alla Game of Thrones, con trono di spade per gli sposi e abbigliamento medievale. Solo per intenditori.

20130925-004455.jpg

Oltre alle questioni legate al dove, come, quando ci sono poi le decapitazioni dei riti come il taglio della torta: non credo riuscirei a mantenere un contegno in una circostanza simile, questa fase verrà sostituita da un torneo di freccette. Un’altra tradizione a rischio evirazione è la camminata verso l’altare sacrificale mentre tutti ti guardano dai lati: io cammino troppo velocemente per accettare di arrancare trascinando mio padre, come soluzione ho pensato di farmi calare dall’alto come un volatile e quindi sposarci in un teatro. Questa soluzione è ancora sotto osservazione. Non mi esprimo sulla prima danza, quando balliamo io e Colin sembriamo due robot, lui mi accusa di non lasciarlo condurre e io lo accuso di muoversi a scatti come un cane che dorme.

È bellissimo perché ho amiche come Anto e Miki che da quando hanno saputo che ci sposeremo si sono trasformate in esperte mondiali di riti celtici e matrimoni low cost nelle Highlands, inoltre stanno cercando di togliermi la patria potestà su questo evento per evitare che lo corrompa con idee di patatine dixi e ciabatte di plastica alla bocciofila.

Chissà come andrà a finire.

Advertisements

55 comments

  1. Bellissima la poltrona! Comunque il mio abito nuziale lo avevo comprato al thrift store molto tempo prima, non solo era usato ma lo avevo anche già messo in altre occasioni. Ero tornata al thrift store la sera prima delle nozze per vedere se trovavo qualcos’altro, ma poi avevamo una cena con amici e non ho fatto in tempo a guardare bene. Se vuoi te lo presto.

    • Come mi piace immaginarti il giorno prima delle nozze che cerchi un vestito ma poi vai a mangiare dagli amici,sapendo di poter contare sul tuo abito fedele! Io voglio un vestito che posso mettere anche al parco per un pic nic ma colin dice che si deve capire che sono la sposa.come se gli invitati non lo sapessero…

  2. ma quanto ti voglio bene attè..

    una domanda che è un po’ che volevo farti il Kings’ Tut Wah wah è ancora fico come me lo ricordo io?

  3. a me la cosa che imbarazza di più dei matrimoni è che mentre tutti pensano “oh, come sono eleganti gli sposi” io penso solo “cazzo, ma come si sono addobbati?” – e penso che mi vergognerei tantissimo ad addobbarmi pure io. perciò amica la parola chiave è NO-ADDOBBO! 🙂

  4. ce la potete fare. noi siamo partiti col senator che voleva una cattedrale (minimo il duomo di milano) con 2000 invitati in cappello a cilindro gli uomini e le donne vestite tutte da maria antonietta e io chearrivo con la carrozza trainata da 6 unicorni, con un vestito alla grace kelly e il Papa a far la messa (quello polacco e’ morto un mese prima che conoscessimo, ma si fidava anche di Ratzinger) e il piccolo coro dell antoniano a cantare in chiesa. Dopodiche’ banchetto di due giorni in qualche castello.
    tutto pero’ a prezzi low cost.
    io volevo massimo 20 invitati (10 per parte), rito civile in municipio e poi grigliata e un abito da sera rosa come quello con cui la paltrow ritiro’ l oscar secoli fa per shakespeare in love.
    ci siamo trovati a meta’ strada dopo lunghe ed estenuanti negoziazioni e alla fine quando abbiamo deciso cosa andava bene a entrambi ho organizzato tutto io in 3 mesi spaccati lavorandoci di notte visto che dal mattino alla sera pendolavo e lavoravo (immagino queli che ricevevano le email con le richieste di preventivi datate 3 del mattino…)

    • I created this place for Valentina (love of my life;)…

      LOVE IT! Anche io voglio che colin con un cilindro in testa scriva un blog con frasi simili <3. Sito fantastico comunque, la divulgazione ce l'hai nel sangue

  5. Decapitare la torta e camminare verso l’altare del sacrificio xD ahahah
    Se possa mai essere considerato il mio parere mi piace la tua idea del posto di campagna con danza e costumi Scozzesi e buon cibo. E poi dicesti, in un’altro tuo post su un matrimonio Scozzese di non ricordo chi, che ti piaceva molto l’atmosfera ce creava la Bagpipe o Cornamusa non so come chiamarla x)
    Però anche l’idea di Colin sembra sfiziosa. Mescolate tutte le idee xD

  6. Bellissima poltrona 😉 a me piacerebbe un sacco un matrimonio con la musica scozzese e l’ambientazione e tutto il resto 🙂 ma anche con costumi medievali stile games of thrones (basta che non siano nozze rosse 😉 )

  7. Sono ancora scossa dalla bella notizia perciò non mi ero fatta viva. Che meraviglia! Bisogna studiarla bene, sì! Come torta nuziale propongo un Tunnock’s di dimensioni giurassiche.

  8. cara Mont, hai a disposizione la migliore delle wedding planner che potessi trovare! pensa che quando le ho detto che mi sarei sposata io ha impugnato una bic e mi ha subito disegnato su un foglietto di carta l’abito dei miei sogni! ma non si è mica fermata li, ha disegnato anche le scarpe!
    il massimo poi l’abbiamo raggiunto una sera ad un aperitivo con michi e lori. Io avevo con me gli inviti da distribuire, lori li ha visti e ha detto “MA COS’E’ STA MERDA?”
    sono felice che ti piacciano lori, sono i miei inviti 🙂 hihihhi da quel giorno non ho più smesso di adorarla

    • Muoio. Questa storia è emblematica, andrà raccontata al mio matrimonio! Io non oso immaginare cos dirà lory del mio, in cui se le va bene le diamo un panino con la porchetta. Forse la metto in una stanza a parte con delle proiezioni e del lusso su misura.

    • Marta devo parlarti di tutte le nuove cose che ho imparato da te! Oggi ho ascoltato this American life e ho anche spiegato a Colin cos’è Big Sur. Diciamo che potrei aver detto California viaggio di nozze citandoti come fonte. Se vieni a vivere con tu ci racconti le favole e ci dici cosa fare e noi ti ascoltiamo. Cioè, io ti ascolto. Colin magari ci dice di farci furbe.

  9. Idee fantastiche!! Mi faresti sognare con il matrimonio alla scozzese!! 😉 mi pare di aver visto un film con acconciature alte 50 cm e fasce scozzesi sull’abito con spille da un kg e gare di lancio di tronchi con tiro alla fune in kilt.. insomma un gran divertimento!! io l’ho organizzato in 2 mesi facendo tutto dalle partecipazioni, menù, bomboniere TUTTO! Ero un po’ esaurita……. ma quel giorno mi sono divertita un mondo e pure il marito tanto che il giorno dopo mi dice: che dici? Lo rifacciamo in chiesa quando torniamo dall’America?! O.o

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s