Un sabato da galline

Un paio di sabati fa il cugino di Colin, Gavin, e’ stato rapito da un orda di scozzesi pazzi e portato ad Oban per l’addio al celibato mentre io e un altro manipolo di galline abbiamo festeggiato con Sarah qui a Glasgow.

Organizzare un evento per me significa posticiparlo fino al momento in cui e’ troppo tardi per organizzarlo per bene e l’adrenalina e l’ansia mi forniscono grandi idee dell’ultimo minuto, a spese contenute. In questo caso la mattina del sabato e’ stata ricca di eventi: ho prenotato il ristorante per il pranzo, girato tutti i charity shop del Southside per trovare qualcosa con cui travestire Sarah e stampato il test di compatibilita’ per future mogli che avevo ideato il giorno prima, bevendo birre e scervellandomi sul da farsi.

Test per mogliettine
Test per mogliettine

Nel test Sarah doveva individuare tra vari nasi, sopracciglia, braccia ed altre parti del corpo quelle appartenenti al suo futuro marito. Potete immaginare le infinite potenzialita’ alla cinquanta sfumature di grigio che questo test offre, da noi solo parzialmente sfruttate.

The Gavin
The Gavin

La mattina prima di andare da Sarah per un brindisi di bollicine ho anche trovato il tempo per fabbricare un velo da sposa, cucendo uno scialle bianco di pizzo del charity shop a un cerchietto con aureola comprato al pound shop, perche’ io vado solo in negozi sofisticati. Insieme al bouquet che avevo conquistato lo scorso anno al matrimonio di Helen e Alan ho creato il perfetto outfit della futura sposa di prestigio.

Galline Sarah e Shona
Galline Sarah e Shona
Galline
Galline in strada

Altra cosa che consiglio a chi si trova ad organizzare un addio al nubilato e’ quella di stampare ignobili foto dello sposo e tappezzare i bagni dei locali dove ci si reca, oltre che appiccicarle sulla sposa stessa per aumentarne l’autostima.

umiliazione della gallina futura sposa
umiliazione della gallina futura sposa
umiliare e' d'uopo
umiliare e’ d’uopo

Sarah viene dal Nord Irlanda e sposandosi con uno scozzese si sposa anche un po’ con questo posto: il suo addio al nubilato e’ stato quindi una apoteosi di Glasgow, in un giorno very dreich – parola umida e ventosa che molto bene descrive questa citta’- , con pranzo da Chinaski’s a Charing Cross e concerti in giro nei locali di Sauchiehall Street per il festival di musica Stag&Dagger.

stag and dagger
stag and dagger
Galline al concerto
Galline al concerto
concertino
concertino
gallina con boa pruriginoso
gallina con boa pruriginoso

Una tipica giornata a Glasgow non puo’ che finire al chippy per una sausage supper, che io e Sarah abbiamo condiviso ma di solito si mangia da soli: due salsiccie impanate e fritte accompagnate da patatine fritte ricoperte di aceto e sale, brown sauce on the side. Strano che a Glasgow si muoia prima.

Galline al Mr Chippy
Galline al Mr Chippy
Sausage supper
Sausage supper
Gallina pazza che vuole essere nella foto
Gallina pazza che vuole essere nella foto

Un bel sabato da galline per preparare Sarah al matrimonio con Gavin e la sua citta’.

Good Luck Sarah!
Good Luck Sarah!
Advertisements

24 comments

  1. Bellissimo il compatibility test. Ho riso tantissimo. Fantastico che tu sia ancora in vita pur pubblicando queste foto altamente lusinghiere. Ho ancora le lacrime ahahahahah
    (p.s. sono sempre favorevole a proporti come Santa, Santa subito!)

    • ho scelto le foto migliori solo per voi fedelissimi adepti di Santa Riru πŸ™‚ La sposa essendo Brit forse non si rende conto che qui sul blog si parla di lei e si pubblica roba compromettente!

  2. “Strano che a Glasgow si muoia prima” mi ha fatto ridere quanto il coinquilino di merda. Non hai delle storie da ex-coinquilina da fornirgli…?

    • pensavo proprio a te e al glasgow factor, riassumibile in fritto e sale. io ho vissuto solo con persone per bene! su di me un paio di storie ci sarebbero in effetti. una volta le fiamme provenienti dal forno ci hanno fatto capire che una presina era rimasta al suo interno.

  3. Riru, forse dovresti cambiare lavoro e dedicarti all’organizzazione di addii al nubilato … Poi ci racconti pure che hanno fatto i maschietti?o ce lo fai raccontare da Colino (fagli fare un guest post).

    • il guest post di colino so gia’ raggiungerebbe vette di stats che io coi miei post non otterro’ mai. ora glielo propongo! loro hanno bevuto l’equivalente di loch lomond in birra e wishky e fatto giro sulla barca del lago travestiti da vecchi gentiluomini tranne gav che era una lady.

  4. Ma come Γ© andato il compatibility test?! Ha riconosciuto gli avambracci? πŸ™‚ Quando io ho organizzato l’addio al nubilato della mia migliore amica ho telefonato alla squadra di rugby locale (Bologna, serie B) per chiedere se potevamo fare l’addio al nubilato con loro al terzo tempo, l’allenatore ha detto di sΓ­, il resto Γ© Storia. πŸ˜€

  5. Gia’.. a Glasgow si muore prima. Addirittura nelle zone piu’ degradate hanno riscontrato una mortalita’ superiore alla striscia di Gaza.
    Sembra pero’ che le pessime abitudini alimentari e l’alcolismo endemico non siano la sola causa… rimane il mistero … secondo me sono i solventi che di respirano a Poundland πŸ™‚
    Bello quel rossetto Riru, sembra di quelli che vendono in Olanda…
    Che dire…. viva gli sposi!!!

    • superiore alle striscia di gaza… azz… o li’ si sta benino, o qui si sta maluccio… il mio rossetto e’ bellissimo, non ho capito se volevi dire che era allucinogeno? come osi? ti sfratto dal blog andrea!

      • Il dato Γ¨ del 2006 riferito alla zona di Calton dove l’aspettativa di vita Γ¨ di 54 anni, inferiore appunto a quella della striscia di Gaza o di alcune zone dell’Iraq (non tutte perΓ²!), contro una media di 69 per l’intera Glasgow e di 78 per la Scozia.
        A proposito del rossetto, intendevo dire se Γ¨ quello famoso preso all’aeroporto di Schiphol πŸ˜‰

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s