Un viaggio a Roma

Noi al Colosseo
Noi al Colosseo

Come si fa a riassumere di Roma?
Il mio post settimanale ha perso la coincidenza per via di questo viaggio e ora mi sento in debito, per compensare ho deciso di smerciare parole con piu’ generosita’: magari vengono peggio, ma oggi conto sul perdono degli amici che mi leggono sempre, mentre di solito e’ alla vostra severita’che parlo.

vergognosamente monturista
vergognosamente monturista

E’ strano tornare in Italia senza rincasare: un tradimento indispensabile per scoprire il mio Paese, di cui tutti parlano con entusiasmo. Ci siamo stati io Colin e Fifi, una missione di esplorazione a sei piedi che lascia con se’ ricordi di pioggia e di cibo e la parola amore.

La dice sempre Fi, che impara a dire Amo l’Italia e lo intona riempiendo le parole di enfasi, come una tromba di suoni squillanti, le parole d’amore che non so pronunciare. Lo dicono i turisti in fila per ore ai musei vaticani, i preti sexy del calendario 2014, il commesso che in gastronomia ci fa assaggiare il pecorino romano per farci capire quanto e’ buono.

Mangiamo Roma come una torta nuziale, spuntano i palazzi e le rovine dagli angoli, fanno male i piedi di strada e gli occhi di bello, e’ tutto uno sporgere di meraviglia e dolore. Siamo stremati perche’ Roma ti impegna, non puoi attraversarla con indifferenza, reclama presenza. Quando non guardo le cose osservo un piatto con emozione, i pomodori di Pachino che scintillano sulla bruschetta, il gelato che cola da un cono. Mangio il mio come una volpe astuta guardando gli stranieri, il gelato che gli arriva alle scarpe, la lingua lenta che temporeggia. Hanno bisogno di ripetizioni.

la bruschetta piu' buona del mondo
la bruschetta piu’ buona del mondo

Roma che mi fa conoscere Alessandra, amica di blog di cui potrei dire qualsiasi cosa qui visto che ho il potere della digitazione ehh hai paura eh Alessandra delle nefandezze che potrei scrivere ma invece oggi sono papa Clemente e diro’ la verita’: che bello che e’ stato incontrarsi, grazie per essere corsa da noi nella piazza piu’ sconosciuta di Roma. Prima di venire a trovarci a Glasgow convertiti alla birra pero’ senno non ti fanno accedere al Paese.

In una delle escursioni escoriazioni raggiungiamo il Campidoglio dove troviamo un po’ di gente che guarda, sembra gli anziani ai cantieri. Non c’e’ tanta ressa, qualcuno dice che tra un po’ arriva Mara Venier e in questo momento c’e’ Ivana Tramp trascinata su dalle scale da due guardie, se non ci fossero loro Ivanona procederebbe come un drago di Comodo su dalle scale, fa gran fatica. E’ in atto uno scontro epico con la gravita’: mentre scendiamo incrociamo altri ospiti, tutti fanno fatica a salire su per il ciottolato, le donne camminano come giumenche con gli uomini che le precedono. C’e’ un uomo con lo smocking color bronzo e accompagnatrice bronzea che coglie la nostra attenzione, qualcuno sale su con le macchine dai vetri neri, mi sembra che nessuno si caghi nessuno qui, a parte la copertura mediatica offerta dal noto blog internazionale Riru Mont in Glasgow.

Matrimonio di Valeria marini nota showgirl
Matrimonio di Valeria marini nota showgirl

Sono cose piccole e grandi che fanno la mia Roman Holiday: aspettare ore per vedere la cappella Sistina e sentirsi parte di un mondo che ha senso, scambiarsi i vestiti con Fi una sera in Campo dei Fiori per togliere di nuovo un po’ di senso al mondo. La luce che entra da una chiesa e mi converte, il prosecco bevuto in hotel prima di uscire. I consigli preziosi di Nuok e Alessandra su cosa vedere a Roma, pagare 8 euro una media in un posto dal nome latino e osservare turisti che mangiano il parmigiano grattugiato dal cucchiaino.

VIttoriano
VIttoriano
Aperitivo in piazza
Aperitivo in piazza
Scambio di identita'
Scambio di identita’
Colosseo
Colosseo
riassunto di una storia
riassunto di una storia
Roman Holiday
Roman Holiday
San Pietro
San Pietro
Teatro di Marcello
Teatro di Marcello
Fifi e Mont a Trastevere
Fifi e Mont a Trastevere
Circo Massimo
Circo Massimo

Una bellissima Vacanza Romana, da cui sono tornata con nuovi sogni da attraversare.

Santa Mont
Santa Mont
Advertisements

36 comments

  1. eh questa Roma che se la guardi con occhi da turista ti incanta, se invece ci vivi rischi di maledirla…e io me lo scordo sempre quanto invece è bella. Mi è dispiaciuto non riuscirci a vedere, ma non riesco ancora a smaltire il fuso 😦 Attraversali tutti questi sogni!

    • allora, adesso sarai ricongiunta con la tua citta’ del cuore, berlino. com’e’e essere di nuovo li’? ma hai ancora una casa? io ci andro’ a settembre per lavoro, non vedo l’ora! chissa’, magari finisce che ci ritroviamo li’ 🙂

  2. Mi piacciono le parole che hai scelto per la mia citta’. Mi manca un po’ tutto. Ma ti hanno portata a mangiare I filetti di baccala’ fritti???

    • mi avevano consigliato un posto ma non csiamo riusciti ad andare lucy! ti ho pensato bevendo quell’acqua nella bottiglia verde e anche passando nelle viuzze coi dipartimenti di psicologia. ho portato il tuo ricordo per roma come un feticcio!

  3. Lo so che fin dalla premessa hai cercato di fare leva sul mio lato buono – ammesso che ci sia – però sappi che due link non funzionano.
    Comunque mi piace quando scrivi a cascata, mi ricordi una buffa ragazza che vive in Scozia. Brava che sei!

  4. Ah Roma, che bella.
    Io la adoro, anche se chi ci vive non è sempre d’accordo.
    Ci andavo sempre anni fa, quando ci viveva mia sorella.
    Mi manca troppo. Trastevere, Monti, il ghetto, e poi Prenestino e Tiburtino, i quartieri che bazzicavo di più, dove vivevano anche alcuni amici.
    Anche noi vorremmo fare una capatina presto (mrT la conosce poco).
    E sì, è strano tornare in Italia senza passare da casa, perché sembra tutto là a portata di mano, anche se non lo è (e non solo per le distanze geografiche).

    • vero, infatti chi ci vive non necessariamente e’ entusiasta. l’ho trovata una citta’ molto clemente e bonaria, che ha tanto affetto nonostante l’invasione di americani e preti. asti roma avrebbe significato un costosissimo viaggio in treno di almeno sei ore. impossibile.

  5. aaaaaaaahhhh!!!! sei stata a romaaa! io ci ho vissuto 12 anni e pensavo di viverci per sempre! ah, se potessi. ah, l’aperitivo sulla fontana a monti che facevo sempre coi miei amici e adesso loro lo fanno ancora ma senza di me e qualche volta mi telefonano! aaaah!!!!
    io sono ancora allo stadio “E’ strano tornare in Italia senza rincasare: un tradimento indispensabile”. Non ce la faccio a non passare da casa se vado in Italia. Per fortuna, almeno atterro comq sempre a Roma e una scappata di aperitivo sulla fontana me la faccio lo stesso.
    AAAAAhhh, ma soprattutto, come si fa a tornare in UK dopo essere stati a Roma? per me è ogni volta la morte. Ah, poi le maniche corte! ah, qua c’è il vento a 50km/h oggi. VOJO MORì. Li mortacci mia!!!!
    baci amica

    • smilluccia, io che penaavo infatti che tu fossi di roma o dintorni. ma anzi, secondo me tu sei di Manchester. sei una donna inglese in disguise che finge disperazione ma poi ama i prefabbricati urbani fascinosi. sai che monti non sapevo fosse una fontana famosa, ho detto fermiamoci qui perche’ l’apertivo a cazzen all’aria aperta mi sembrava la cosa piu’ italiana da far provare ai britons!

      • ah, si quello è un posto pure un po’ sputtanato per quanto è famoso. io tipo li ho spianati quei gradini! e quant’è buona la birretta lì quando ti arrivano gli schizzi della fontana! per ricordarmeli adesso esco dall’ufficio e vado a prendermi schizzi mancuniani di diluvio universale! ah, sarà davvero romantico!
        riru cmq sì, mi sa che io oramai sono mancuniana. lo so perché ora è venerdi e non vedo l’ora di chiudermi al pub!!!!

    • 😀 siamo le genti sofisticate di Scozia. Il gelato all’old bridge era fantastico e siamo anche saliti su dal colle vicino a trastevere. grazie guida turistica per russoidi e amici scozzesi!

  6. Io non potrei mai tornare in Italia senza passare da casa, credo che mio padre assolderebbe un cecchino per farmi sparare alle ginocchia e costringermi a passare la convalescenza da loro…
    Roma sempre stupenda, la rivedrei ancora e ancora e ancora!

  7. Che strano mi fa vederti a Roma … Io come sai la odio e la amo, mi stressa, però poi ci sono cose di me che sono così di Roma e così radicate che non me le posso scrollare di dosso. Peccato non esserci, mi sarei presa volentieri un gelatozzo con te, ora che ho scoperto che lo fanno vegano in vari posti!

  8. Ciao riru! Da romano in trasferta mi sono goduto le foto e non sai quanto sono contento delle belle parole che hai detto sulla città.
    Sappi che non sei stata solo a vedere il posto dove si è sposata Valeria Marini, ma in quello dove si è sposato anche Chotto! (e c’è una bella differenza)

  9. Bella Roma!! …mi hai fatto venire voglia di tornare in Italia!! ahahah!! Ora che sei santa, posso indirizzare a te le mie preghiere per trovare un lavoro??

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s