100% Mont

Fine giornata, sto per lasciare l’ufficio. Suona il telefono.

Santio un po’, come direbbe Montalbano.

– Riru Mont speaking!

– Pronto sono il Capo.

– Dimmi tutto capo.

– Allora, su quelle richieste lá, che percentuale di sconto avevi richiesto su ogni pezzo?

– Controllo subito, un attimo solo, avevo fatto giusto un prospettino.

Seguono minuti di folle ricerca del prospettino, che nel frattempo si è volatilizzato. Inizio ad aprire ogni possibile cartella, file Excel, tutto ciò che trovo sul desktop. Arrivi a un punto in questi momenti di panico in cui non sai neanche più cosa stai cercando, apri tutto quello che ti trovi sotto il naso, digiti parole chiave sempre più convulse, inizi a capire che il prospettino maledetto non lo troverai.

– Mm non sembro trovare il prospettino.

– E vabè, ricalcola ora le percentuali di sconto sui prezzi originali.

– Ricalk…? Sì, solo un attimo.

…….
…….

Ricordo una volta a catechismo, non ho inventato una preghiera come ci aveva dato di compito la maestra Mina. Sento i compagni recitare preghierine in rima piene di bontá, il tocco di grazia me lo dà Marta con una preghiera piena di citazioni di politica mondiale. Prima del mio turno chiedo di andare in bagno e non ne esco più, finché la maestra non viene a recuperarmi a fine lezione.

Interrogazione di storia alle medie: fa che non chiami me, fa che non chiami me. Riru Mont interrogata. Tornerò al posto con una E.

Ricordo il giorno della laurea, un caldo estivo di luglio, il panico che riesco a tenere sotto controllo finché non me li ritrovo tutti davanti. Dire alla commissione ‘Professore, non me la sento’, perché ci sono volte in cui il cervello è scivoloso e non sai come andare avanti.

Io non so fare la percentuale tra due numeri.

Avevo scritto da qualche parte come fare, foglio sulla scrivania, dove l’avrò messo? Google. Google mi salverà. Digito frasi lunghissime, parole chiave per me vuol dire scrivere un saggio male argomentato. Trovo pagine familiari che però adesso non mi servono, perdo comunque un po’ di tempo a leggerle senza capirle. Vado a tentativi e a ricordi, qualcuno me lo ha spiegato una volta: numero grande meno numero piccolo. Diviso cento? Numeri brutti come rutti mi spuntano dalla calcolatrice. Sento il capo che digita dall’altro capo del filo, il ticchiettio sulla tastiera metronomo del mio panico. Come alla fine della lezione di catechismo, è arrivato il momento di confessare.

– Capo…
– Ehhhh
– Mi sembra di essere all’esame di matematica quando non so la risposta. Allora, ho due numeri…

La confessione mi fa respirare: non è più solo mio il segreto della mia ignoranza, che se lo tenga il mondo.

Ma il mondo, poi, lo sa il calcolo da fare per una percentuale?

Advertisements

29 comments

  1. All’esame di politica economica sono andata talmente in panico che a un certo punto ho fissato il professore negli occhi e me ne sono uscita con: “Professore, ha presente quando è agitato e le si forma il vuoto nel cervello, che proprio non riesce più a pensare?”
    Risposta sua: “No”.
    Per fortuna prima avevo risposto a tutte le domande, perciò me la sono cavata con un risicato 23 (e uscita dall’aula mi sono messa a SALTARE).

  2. All’esame di spagnolo (spagnolo, mica storia dell’arte!) un miliardo di anni fa mi chiesero di paragonare il Guernica a un quadro con San Giorgio e il Drago … Ecco, Non mi veniva in mente proprio niente, e allora gliel’ho detto e poi ho aggiunto che il drago però mi faceva pensare alla mia ex suocera … Da lì tutto liscio come l’olio e grasse risate … Magari la prossima volta sparagli qualcosa sulla madre di Colino!

  3. ahahah che ridere! ma come il calcolo delle percentuali è FONDAMENTALE per gli sconti sui vestiti (e qua in America anche per le tasse ahimè) non puoi ignorarlo. Trova la motivazione in “conquisterò quel capo in saldo perché saprò subito quanto cosa” e vedrai che sarà facilissimo 🙂

  4. Cara Riru, nel racconto dei tuoi annaspamenti scolastici hai saltato piè pari il liceo… Come mai? Forse che tu non ne abbia avuti in quel periodo? 😀 E comunque il calcolo delle percentuali qualsiasi donna che vada per saldi lo deve sapere… tanto più una mezza ligure, mezza piemontese, mezza scozzese… 😉

    • Mary bella, non mi venivano in mente episodi significativi di mio fallimenti, sara’ che e’ stato un percorso fatto principalmente di raggiungimenti e soddisfazioni? Adesso ho un prospetto con cui posso affrontare ogni tipo di calcolo percentuale, anche sottomarino.

  5. Che angoscia, mi è sembrata una scena di David Lynch. Comunque devi imparare ad essere più convincente di quello che sai anche quando non sai una cippa. Torna utile.

  6. Io noo…se devo spiegarlo ai bambini lo studio…per la vita quotidiana mi affido a mio marito che adora i numeri e conta velocemente a mente!

  7. A Masterchef ti avrebbero detto :”Riru… mi stai diludendo!”
    Scommetto che tra i risultati delle ricerche su Google è saltato fuori il testo della preghiera con le citazioni di politica mondiale…

    • Immaginami bambina con l’ansia, ascoltare la preghiera lunnghissima di marta che coinvolge tutti da farukasan bambino rapito alla pace nel mondo alla famiglia. mal di pancia assicurato.

    • ci sono vari modi: il migliore per trovare il margine e’ (numero grande-numero piccolo)/numero grande. Altrimenti numero piccolo diviso numero grande. E cosi’ scoprirai che percentuale di sconto c’e’ tra i due 😉

  8. montina…le percentuali! ti mando a fare un corso accelerato dai Malfatto se non le impari. Chissà in quale posticino del tuo inconscio si sono andati a cacciare i conti e le tabelle fatte per hachette e per gli scacchi! :-)!x

  9. ihihih che ridere questa scena, mi hai fatto morire col “trovo pagine familiari…”!
    pensa che io ho conosciuto studenti di medicina che non sapevano fare questi calcoli, e l’esame lo passavano lo stesso, quasi sempre!
    almeno tu danni all’umanità non ne fai 😀

  10. Ahhh Riru! Ricordo anche io unìescamotage che comprendeva la fuga in bagno, ma la mia Suora non mi lasciò andare, finì in una valle di lacrime. Ora che hai confessato tutto andrà meglio, ne sono sicura 🙂

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s