Life begins at the end of your comfort zone

Oggi da Vale ho letto una cosa che a volte mi piace pensare, una frase da tazza, che ogni tanto al mattino ci vuole, per ricordarti cosa farne di un giorno.

Life begins at the end of your comfort zone.

La vita inizia lontano dal divano, quando sei scomodo e fuori luogo, come un pinguino alle Bermuda. Mi piace la promessa di trasformazione di questo motto, e usarlo come mantra nei giorni blu di scoramento. A lavoro e’ un periodo di prove, il ruolo nel mio team non lo ho ottenuto ma c’e’ ancora quello grande, la mega promozione, che mi catapulterebbe fuori dalla mia comfort zone come un cannone. Un lavoro che promette grandi cose e ne richiede altrettante.

Le insidie di un divano vi sono familiari, ti fa morire di morbidezza. Io giaccio volentieri, mi incastro tra i cuscini, ma poi a un certo punto qualcosa mi fa alzare e mi spinge ad osare. Non so che cosa sia, mi ritrovo ostaggio di forze oscure che dicono: salire. provarci. stare in piedi.

Negli ultimi week end forze oscure con sembianze Coline mi hanno spinto su da due Munros, come si chiamano le montagne scozzesi sopra i 914.4 metri. Allego documentazione fotografica per i miscredenti.

La prima avventura e’ stata su dal Cruach Adrain, in un giorno senza vento. I primi passi di erba e fango diventano poi di neve, il sentiero una pelliccia di yeti, la salita nella nebbia di un frigo.

verso Mordor
verso Mordor
dentro il frigo
dentro il frigo
Explorers
Explorers

La seconda avventura lascia il segno di quando le cose succedono ieri, mi ricordo dei pensieri e del fiato che manca a salire, delle dita che gelano da far paura, cosi’ vicino al dolore che fa male. Una montagna col nome da amico, vi presento Ben Narnain.

passerotto ghiacciolo
passerotto ghiacciolo
nella neve la montagna
nella neve la montagna
ben narnain
ben narnain

Poi mi ricordo dell’essere in cima, conquistare la vetta, capire il senso.

Sam and Mont
Sam and Mont

E per quello alla fine ogni tanto la mattina mi piace ricordarmelo. Che.

Life begins at the end of your comfort zone
Life begins at the end of your comfort zone
Advertisements

17 comments

  1. Pettirosso mon amour! Ok, prendo per buona la frase visto che anch’io ho in arrivo nuove sfide lavorative (ma sempre sottopagate, non ci illudiamo). E come sempre apprezzo l’elemento bizzarro della Scozia: sopra i 914.4 metri, eh?
    In bocca al lupo!

  2. Ecco, se mi ci portavate a me su quelle montagne schiattavo … Devo allenarmi per la prossima volta che vengo! Anche io mi trovo in comfort zone e vorrei uscirne …

  3. Non è facile lasciare la comfort zone, perché fuori da quella c’è la vita vera … quella scomoda . Un post molto bello, io mi sento di dire che vivo fuori dalla comfort zone da tanti anni, forse da quando ho perso i miei genitori e niente è più stato come prima. Comunque avrò piacere di riflettere ancora un pò su questa cosa, si ! Martina
    BloggHer women’s kaleidoscope

  4. Ehm…i tuoi capelli! Brrrr, vi ammiro, io non ce la potrei fare a spingermi nei frigoriferi naturali.
    Il freddo estremo mi paralizza i pensieri.
    Pure la comfort zone, se si esagera, pero’.

    • Non faceva proprio freddissimo,a parte le zone esposte al vento.arrivare in cima ti fa da spiegazione.è quella famosa storia delle cose ottenute con fatica.il divano peró,sempre lo amo.

  5. …quando verrò a trovarti voglio andare proprio in vetta a quella montagna, che mi ispira tanto!!!!!!!! In bocca al lupo per la promozione…e comunque vada, troverai altre sfide pronte ad attenderti, ne sono convinta. Fa bene uscire dalla “comfort zone”, ecco perchè dormo con il materasso per terra e senza un letto, altrimenti mi abituo troppo alle comodità!! 😉

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s