Il Colloquio di Lavoro

Amici, lettori, cittadini.

Domani ho un colloquio di lavoro. E’ un po’ che volevo dirvelo, perche’ secondo me questa e’ una notizia importante e potenzialmente piu’ interessante del contenuto dei miei panini o delle cose rotte in casa mia, e a volte mi chiedo com’e’ che venite a leggere, col tenore degli argomenti che vi propongo. Grazie per farlo.

Un colloquio di lavoro significa che non sono piu’ proprietaria del mio corpo, e’ come guidare un disco volante senza le istruzioni, questo corpo Mont va da tutte le parti iperventilando, avvengono sospetti spasmi gastroenterici, il corpo astronave si guarda intorno con manie di persecuzione, sentendo il proprio nome pronunciato da tutti a lavoro. Sono un paio di giorni che addirittura mi pare che i colleghi in ufficio parlino italiano. Mah.

Ah, un colloquio. Si tratta di un lavoro sempre nella mia azienda, in cui mi trovo molto bene, ma per un ruolo piu’ avanzato, per cui ho esperienza, con cui gestirei cose con l’Italia. Si scatena il patriottismo, tiro fuori il tailleur tricolore.

Ci saranno due colloqui a distanza di un’ora, ognuno lungo un’ora. Io posso produrre un post alla settimana in cui per iscritto blatero di cose accadutemi, ma parlare due ore di me e’ diverso. Io posso prendermi in giro con grande abilita’, invece a vendermi devo ancora imparare.

Passero’ le prossime ore crogiolandomi tra domande amene: quali sono le mie qualita’ meglio? E i miei difetti zozzi? Dove andra’ la mia azienda nei prossimi cinque anni? E io dove saro’ in tutto questo? Che domande devo domandare io stessa? Cosa vogliono trovare in me i miei interlocutori? Devo lisciarmi i capelli?

Io lo so che anche se mi preparo questa astronave Mont domani fara’ dei viaggi astrali intestinali, ma io ci provo, che questo lavoro lo voglio davvero. E gia’ ammetterlo e’ una vittoria.

Wish me luck!

Advertisements

29 comments

  1. Mitica Riru! Good luck! E ricordati che c’è sempre un piano lumache come alternativa! Saperlo può esser utile! 😄

    • Riru, vedrai che avrai cio’ che desideri. Sei in gamba e sei piena di allegria, anche col mal di pancia. Non si lasceranno sfuggire l’ occasione di averti nek gruppo dirigenziale! In bocca al lupo
      Tina

  2. Scusa non mi sono firmata nell’ultimo post, è poco che ti leggo ma ti sto seguendo anche su fb, etc. Complimenti per il blog e vedrai che domani andrà tutto bene! 🙂 Carletta

  3. Break a leg cara Riru! Come capisco la tua ansia… Io ero in panico prima del colloquio per il mio lavoro part-time come venditrice di pop-corn. Fai te. Sono certa che sapranno fare la scelta giusta. (Detta così la mia frase di incoraggiamento sembrerebbe una minaccia mafiosa.) Ti conoscono già, sanno quello che vali! 🙂

  4. Ti faccio i miei più grossi grassi auguri, Riru ! Anch’io sto cercando lavoro ed anch’io so benissimo prendermi in giro ma non so assolutamente vendermi e non so bluffare … mi auguro sempre che alla fine vincerà la sincerità ! Aspetto con ansia tue news ! Martina
    BloggHer women’s kaleidoscope

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s