Natale a Glasgow

Natale a Glasgow, sono tristi i tacchini. Li trovi al posto della tappezzeria in ogni supermarket, sembrano il busto di un culturista pallido, sul punto di esplodere. Detto questo, un tacchino non manchera’ alla nostra tavola il 25, insieme ad altri elementi fondamentali della cena natalizia britannica: pigs in blankets, dove il porcello e’ una salsiccia e il lenzuolo un pezzo di bacon arrotolato intorno; patate arrosto; Christmas pudding. Qui come sempre siamo la Scozia italiana, e allora faro’ degli antipasti e la panna cotta, per mangiare casa col cucchiaio.

Natale qui e’ pazzia da Christmas cards, una specie di sistema delle indulgenze del bon ton: gli uffici sono invasi da vecchi mariti mandati a spedire carriole di biglietti e ogni collega te ne da’ una, con un messaggio prestampato e la firma.

cards frenzy
cards frenzy

Io che ho la lucidita’ dell’immigrato mi dissocio, fingo di non capire queste usanze e rifilo a tutti dei biscotti, fatti da me, di shortbread al limone.

My Xmas Cards
My Xmas Cards

Natale a Glasgow e’ dentro un pacco, venuto da lontano. Lo mandano i Mont parents, leader mondiali nell’invio di pacchi dono: mentre prima spazio prezioso veniva utilizzato per l’invio anacronostico di chili di farina barilla e pacchi di pasta, ora ogni centimetro viene usato con sagacia militare, e la mia moquette si copre di formaggi e salami, sughi e olive. In ogni cosa vedo l’affetto della mamma, il mercato, il Carefour, la connessione tra un gusto e un posto, una memoria nel cuore.

Questo e’ scartare la felicita’, e dire grazie sembra non basti, senza un abbraccio insieme.

Gorgonzolove
Gorgonzolove

Nonostante la loro posizione di leader mondiali negli aiuti umanitari a figlie ostaggio dei vichinghi, i Mont parents, memori delle antiche abitudini, non resistono alla tentazione di inviare un bagnoschiuma formato famiglia al muschio bianco, per salvarmi dagli scozzesi puzzoni. Grazie, prometto di usarlo.

Natale a Glasgow e’ questa canzone, la piu’ bella della stagione, da aspettare ogni anno. Se vivete nel Regno la riconoscerete, altrimenti, la dovete scoprire.

Buon Natale da Mont e Mac!
Buon Natale da Mont e Mac!
Advertisements

15 comments

  1. Buon Natale Riru! Io gli aiuti umanitaliani me li riporto in valigia, appositamente portata in Italia piena di regali e che tornerà in Spagna con me piena di veganità italiane: zuppe di farro, lenticchie, e legumi vari, farine che in Spagna ancora non esistono, e soprattutto i saponi intimi, di cui ho uno spaccio clandestino!

  2. Tanti Auguri di Buon Natale!!! Con la pancia piena di riso al radicchio di treviso e salsiccia friulana, arrosto di vitello e finocchi gratinati, grappoloni d’uva siciliana, pandoro delle 3 marie, torrone duro alla mandorla sperlari, spumante e…. finalmente…. anche se un po’ fuori stagione… castagneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee 😀 😀 😀

    • Ahaha ciao anonimo amante delle castagne,auguriiii.io ho appena mangiato un biscotto fatto in casa al cioccolato e castagne :p anche qui in uk ci siamo riempiti di cibo come se il domani non esistesse e infatti oggi sono in food coma!

  3. Auguri di Buon Natale!! …anche a me è toccato il tacchino, il Christmas Pudding, i parsnip e le patate arrosto…e anche le carote, il cavolfiore, i cavoletti di Bruxelles, il purè, lo stuffing, tutto condito con gravy, salsa di mele e salsa di ribes rossi……e poi cheesecake, e altri dolcetti vari……..sto per scoppiare!! E nonostante mi senta piena, sento il vuoto della mia famiglia in Italia!! Auguriiiiiiii!

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s