Una storia vera

Una volta, in una vita italiana, io e Colin eravamo catsitters, vivevamo a casa dei nostri amici Tommi e Icci e badavamo al loro gatto, il nostro amato Merlino.

Merlino
Merlino
Un gatto intelligente
Un gatto intelligente

Un giorno, tornata da lavoro, ho deciso di lavare il gatto, che dopo le gite in cortile e nel quartiere era particolarmente sudicio. Un compito non difficile, come mi aveva assicurato Icci: il trucco è fare la doccia con Merlino, infilarsi dentro e dargli una bella lavata con l’apposito shampoo per gatti, da sempre presente nella doccia tra i nostri prodotti. Una volta all’interno dell’abitacolo Merlino non si lamenterà più, arriverà una fase di adattamento al lavaggio, mi aveva garantito la affidabile Icci Flower.

Io ho creduto a tutto ciò e ho inseguito Merlino per casa, che ignaro non sapeva che volessi fare il bagno con lui. Una donna e un gatto non dovrebbero fare la doccia insieme, ora posso dirvelo. Un gatto non vuole assolutamente fare alcun tipo di toeletta, una leccata è l’unica dose di acqua che il felino può accettare senza impazzire e diventare feroce.

Ma ormai io sono chiusa in questa doccia di due metri per due con un gatto, in un momento di ottimismo gli ho versato un quantitativo eccessivo di detersivo per animali e ora lo devo sciacquare, leggo freneticamente le istruzioni, rimuovere ogni residuo di shampoo miraccomando, intanto Merlino miagola come se lo stessero scuoiando, e se non avete mai fatto la doccia al gatto non potete capire di che verso sto parlando, come un ululato felino mannaro gutturale, ambulanza lupi bambino mostro mauuuuuoOOWW.

Mentre produce questo miagolio, o meglio, suono disumano, Merlino sembra un gatto scheletrico, perché tutto il pelo si è appiccicato al suo corpo gattesco, e mentre cerco di sciacquarlo lui cerca di uccidermi. Con i suoi artigli vuole aprire la porta della doccia, alla fine mi arrendo e purtroppo non riesco a lavarmi, anche se a inizio progetto avevo pensato fosse perfettamente fattibile.

Usciamo da questo luogo surreale, la doccia felinoumana, e siamo posti di fronte a un ulteriore fase problematica, l’asciugatura. Questa fase sembrava persino piacere a Merlino, da un racconto della nostra Icci, ma come sospettavo Merlino odia anche l’asciugatura. Nella disperazione chiamo Qua la Zampa, dove gli animali li lavano di professione. Ora, non è facile spiegare alla signora che ho appena fatto la doccia con un gatto, certamente lei ha dei dubbi malcelati sulla mia sanità mentale e si raccomanda di asciugarlo bene con un leggero colpo do phon, per evitare polmoniti feline.

Gatto pulito
Gatto pulito
l'unica doccia possibile
l’unica doccia possibile
L'asciugatura
L’asciugatura

E questa è una storia vera.

Advertisements

19 comments

  1. ahahhahah!!! Immagino il gatto disperato dentro la doccia, che cercava di ucciderti e uscire!! (lo immagino perchè ogni tanto mia mamma per fare un dispetto al nostro, ce lo chiudeva dentro e accendeva l’acqua!!). …che storia!!

    (ti ho assegnato un Award. Guarda sul mio blog!!…).
    Laur

  2. Capisco perfettamente 😀 nella mia vita 1.0 avevo un gatto, lo misi nel lavandino per lavarlo.. ed anzi che era docile.. I meeEEEEooooWWWWwwwww si sono sprecati, sembrava lo stessi scuoiando, ed era diventato piccolo come un pulcino.. Condivido, i gatti non si lavano. Lavare un cane e’ molto piu’ divertente :DD

  3. A casa mia (dei miei) ci sono stati 2 gatti, entrambi di mio fratello.
    Il primo amava farsi il bagno!!! Saltava dentro la vasca da bagno e aspettava che mia madre lo lavasse con la doccia. Era un gatto più unico che raro!
    Dopo la sua morte, non dovuta alle docce ma alla crudeltà di un avvelenatore, è stato il turno di un altro gatto dall’aspetto regale. Era arancione, come il gatto di Kiss me Licia, stupendo, lui odiava l’acqua e qualsiasi cosa gli venisse spruzzata sul pelo.
    Lo si poteva solo spazzolare.
    Per spruzzargli l’antipulci una volta l’ho inseguito sotto il letto, finchè si è trovato in trappola, e ci sono riuscita…ma da quel giorno, ahimè, fuggiva a zampe levate al solo vedermi!
    Tina

  4. Secondo me la tua amica Icci voleva che Merlino ti sfigurasse, se ci provassi con uno dei miei andrei al pronto soccorso filato!! Comunque la tua storia è molto divertente ed il gatto e bbbellissimo!!!

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s