Alle Orkney – Kirkwall

E’ il nostro secondo giorno alle Orkney, da Stromness raggiungiamo Kirkwall in bicicletta. E’ un progetto sprovveduto, pensato a caso quando ancora ero a Glasgow, dove le cose sulla cartina sono vicine una spanna, appena un tratto di biro. Ora la strada è reale, 16 miglia la distanza. In kilometri fanno 26, e pedaliamo con gli zaini sulle spalle. Io credo la mia bici sia in ferro battuto, ogni pedalata mi si incrina la coscia, di tutto il corpo mi lavora solo il quadricipite, qualcosa non quadra tra me e il sellino. Poi pedalo come nei cartoni giapponesi, devo fare dieci rotazioni per andare avanti di un passo, sono vicina al crollo psicologico. Chiamo Colin infuriata, lui ne sa di bici, perché mi ha messo a pilotare questa carriola? Colin mi spiega di cambiare marcia, non solo a destra ma anche a sinistra. Ora pedalo con più eleganza, ma sempre a ritmo di lumaca stanca.

Tour de Orkney
Tour de Orkney

Due ore dopo eccoci a Kirkwall, all’ostello SYHA, dove alla fine di questa giornata le cose semplici ci fanno felici: una bottiglia di vino, le bruschette di Vale, pasta aglio olio peperoncino e pomodorini, giocare a Yatzee! come non ci fosse un domani.

Viene il mattino con la colazione, io e Vale guardiamo le mappe, Audrina beve troppi caffè.

Journey planners
Journey planners
Audrina caffeina
Audrina caffeina

Prima di partire per un’altra escursione in bici esploriamo i dintorni, la cattedrale di Saint Mungo e i negozietti di cose graziose.

Kirkwall - St Mungo's Cathedral
Kirkwall – St Mungo’s Cathedral
Scottish flag
Scottish flag

La nostra meta è lontana 8 miglia di serpente, ci aspetta una strada che scende e sale come un rettile in movimento. Vogliamo raggiungere l’Italian Chapel, una piccola cappella costruita nella seconda guerra mondiale dai prigionieri italiani sull’isola. Il sole è grande oggi, come le nuvole. Poco per volta ci avviciniamo a Lamb Holm, il tratto finale attraversiamo l’acqua da una strada.

La fatica
La fatica
Highland Cows and Clouds
Highland Cows and Clouds
Pedalare sull'acqua
Pedalare sull’acqua

Sempre bello è arrivare con fatica, come una vittoria, e trovare all’arrivo una bandiera di benvenuto, che ti fa orgoglioso che questo quadrato di terra quassù sia un po’ italiano.

Patriots
Patriots
Italian Chapel
Italian Chapel

Poi è bellissimo perché abbiamo fame e qui intorno c’è il niente puro, soltanto un negozietto esiste vicino alla cappella. Entriamo e c’è un uomo cordiale, lui qui fa il vino delle Orkney, con sapori di frutti. Non fa panini ma ha del formaggio, oat cakes e relish. Prendiamo tutto e ci sediamo fuori, un momento di picnic al sole, che sa di formaggio affumicato e marmellata di rabarbaro.

Picnic
Picnic
le cose buone
le cose buone

Siamo pronte per tornare a Kirkwall, destinazione: pub!

On the way back
On the way back
We deserve beer
We deserve beer

E domani si va a Stronsay.

Advertisements

9 comments

  1. Buono il rababaro!
    L’Italian Chapel, lo dico un po’ a malincuore, non regge contro la St. Mungo’s 🙂
    Il viaggio ti ha ispirato un nuovo look al blog? Ora è molto più leggibile, devo dire!

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s