Un giorno di ordinaria follia

Partiamo dal ritorno, dal risentirsi a casa. Lo dicono le cose che mi ritrovo intorno, il condominio giallo e la panetteria. Più ancora me lo dice, alla biglietteria:

comunicazione di servizio
comunicazione di servizio

Conferma che in Italia io sono, qui ed ora, la macchina automatica, che il caldo manda in tilt.

Eh, la aggiusta poi il responsabile lunedì
Eh, la aggiusta poi il responsabile lunedì

Tre sportelli di cui due chiusi e uno in pausa, due macchinette entrambe autistiche, un treno puntuale che minaccia di arrivare tra alcuni minuti al binario due. Io sono di passaggio, ma sento il mal di mare, e penso a chi ci vive, in questa barca Italia. E poi c’è una fucina, sul cielo sopra noi, che sento il sangue caldo, vicino al boiling point.

Un giorno di ordinaria follia
Un giorno di ordinaria follia

Solo una cosa può salvarmi oggi.

Advertisements

15 comments

  1. …beh, hai avuto la conferma che in Italia non è proprio cambiato niente (purtroppo) durante la tua assenza!! ..non lamentarti del caldo, che qua io mi lamento del “fresco”!! 🙂

    • Ma poi il bigliettaio brontolone che liquida la mia osservazione gentile che le macchinette non funzionano, dicendo che arriverà il capo lunedì ad aggiustarle e bom. Se in italia le armi fossero legali saremmo tutti morti! 🙂

  2. anche io sono giunta alle tue stesse conclusioni e ogni giorno per non pensare a tutto quello che era rotto fuori servizio in pausa non funzionante mi sono ubriacata di estathe nelle mie 3 settimane a casa dei miei…

  3. Ciao! Scusami se irrompo in questo post ma non so dove poterti contattare.
    Vorrei chiederti se conosci locali a Glasgow dove conoscere ragazzi italiani. Sono da poco in questa città, resterò qui tre mesi, ma fare conoscenza di persone della mia eta si sta rivelando difficile…

    • Ciao Alice, benvenuta a Glasgow! So che c’è un meetup mensile per persone che parlano italiano e italiani, credo l’età media sia alta però, e tu parli di ragazzi. Io ho lavorato a un ristorante italiano, Bellini, in Shawlands, il proprietario Luca è italiano e lì lavorano un paio di ragazzi di Sorrento. Se sei nel West End potresti passare dall’Università e lasciare un avviso, ci saranno sicuramente tanti ragazzi Erasmus. Oppure su Gumtree? Ho anche visto un paio di gruppi su facebook con attività recenti, tipo italiani a Glasgow e Erasmus in Glasgow. Ma, Alice, sei a Glasgow e cerchi italiani?! 🙂 Che fai di bello qui?

      • Alice, ti consiglio di andare a vedere la finale di domani sera in qualche pub, scommetto che ne incontri! 😉 benvenuta!

    • Hey Spicy! Ad Asti vedo ora che ce ne sono circa 40. Qui a Glasgow ogni volta che mi giro alla finestra c’è un uragano di pioggia, poi vento, poi solo nuvole, ora sole. Ah ora nuvole. Amo questa follia climatica!

  4. Sei di Asti? Io adoro il Monferrato, ci andavo quando abitavo a Pavia e ho beccato anche una sagra una volta.
    Peccato per le macchine non funzionanti e gli sportelli in sciopero!

  5. Io sì, proprio di Asti centro! Una sagra? Uhh saranno mica state le leggendarie SAGRE, evento mitologico che ha luogo ogni settembre! Abitare a Pavia… mmm io voto per Lisbona!

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s