Forrest Mont

Oggi è accaduto: ho corso.

In un fine pomeriggio scozzese di sole, dopo una giornata di pioggia, sono andata da Fee con un piano: usare la sua bici e accompagnarla nel suo giro di jogging. La bici era incatenata come un martire nell’androne, la chiave non presente. In mancanza di altri mezzi io ho detto Fee,I shall(a) run(a) with(a) you(a)!

Corriamo a passi densi, e alterniamo al camminare. Dopo qualche minuto le mie orecchie reagiscono male allo sforzo, mi fanno male i timpani, come se qualcuno me li scaldasse con una fiamma ossidrica. Divento cosciente dei miei piedi, che di solito vivono autonomi, e ora pesano come pinne nel fango. Ogni volta che ci fermiamo per camminare penso questa è l’ultima, ma poi, non so come, si riesce sempre a ripartire. La nostra corsa a tappe dura fino a una curva, venti minuti dopo. Fee, avida di corsa, mi manda verso casa, mentre lei continua le sue 7 miglia. Anche da sola continuo a correre, fino alla macchina parcheggiata.

Mi sento sopravvissuta vincitrice, non sono morta alla fatica, non sono esplosa. Dopo anni di non correre chi sapeva cosa può succedere. Ancora adesso, dopo due ore, mi sembra che nei polmoni ci stia più aria, e il sangue giri pazzo qui all’interno.

Run Mont. Run!

Panorami da runners
Panorami da runners
Advertisements

6 comments

  1. brava davvero! il giorno che decidessi io di correre non ci sarebbe più il mio blog, perchè morirei soffocata (l’utima corsa per prendere il bus di 3 anni fa m’ha spaventata a morte…)

  2. Che buffi i tuoi post! Li adoro!
    Correre per me è sempre stato un incubo…è uno sport per leggiadri fenicotteri, troppo faticoso e io che ricado pesantemente sull’asfalto non mi piace come idea.
    Ma 3-4 anni fa, dopo tanti anni, anche io ho ri-corso…(dopo le terribili gare alle scuole medie): era una luminosa mattina di Luglio, stavo in vacanza al mare in un posto stupendo, e mi sono svegliata all’alba e ho sentito una gran voglia di correre!!! E ho corso nel campetto da tennis, alle 6.00 mentre sorgeva il sole e tutto brillava soffusamente.
    Ho provato una bellissima sensazione di libertà.
    Non l’ho più fatto…mi tornerà mai più l’ispirazione?
    Tina

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s