Un matrimonio scozzese

Di solito non intraprendo emozioni senza pensarci su. Sono come Joey di Friends, che mette un libro nel freezer. In questi giorni non ho potuto congelare niente, che le emozioni mi hanno invaso come una Lampedusa.

Un matrimonio venerdì pomeriggio ha riempito di gioia il giorno, che era iniziato triste. Una cosa bella sono sempre i preparativi, che sanno di donna e di festa. Io per giorni ho pensato di affrontare questo evento preparata, con le migliori intenzioni ed egregia volontà organizzativa, ho pensato mi stirerò i capelli e li farò a torre, a fiocco, a boccolo, e avrò pronti tanti abiti, e forse ne comprerò uno.

La mattina del matrimonio ho raccolto i capelli con quattro mollette, senza guardarmi indietro, e lavato un vestito nel lavandino. Cambiare è difficile.

I Capelli
I Capelli
il trucco
il trucco

Ho fatto dentro e fuori dai vestiti, indecisa sul da farsi e sull’identità da assumere. Per compensare la mancanza di certezze ho messo sempre più trucco, e poi il mio occhio pesava di polvere.

#1
#2
#2

E poi siamo partiti e siamo andati al Piping Centre, dove si teneva la cerimonia, e abbiamo incontrato tutti gli amici, ed è bello per un giorno essere tutti così eleganti. Qui in Scozia il kilt è l’abito da uomo che si usa per le grandi occasioni, e sotto il kilt niente.

A Scottish bunch
A Scottish bunch

Lo strumento delle celebrazioni è la bagpipe: la sposa Jo è arrivata senza marcia nuziale ma al suono della cornamusa, che ha una potenza evocativa assoluta e rende tutto un po’ leggendario. Io a questo punto sono diventata Whoopi Goldberg in Ghost, presa in ostaggio da lacrimoni ed emozioni rapitrici.

Dopo il matrimonio c’è stata la cena, buona e rapida, in cui abbiamo fatto appena in tempo a mandare giù l’haggis che già ci servivano il caffè, intimandoci di sgomberare, che dovevano spostare i tavoli e creare la sala da ballo.

Un’altra cosa tipica è stata la Céilidh, ovvero una serie di danze tipiche scozzesi in cui il primo minuto di ogni danza ti spiegano brevemente come funziona e poi si parte con la musica folk e le danze in gruppi, tipo quadriglia. Io mi sono sfracellata per terra e ho un livido marrone sul ginocchio, odio molto il compagno di ballo che mi ha fatto questo ma amo sempre la Céilidh.

E questi sono gli eventi di un matrimonio scozzese, e questa sono io con Nick.

The victory of dress #2
The victory of dress #2

Advertisements

19 comments

  1. Ti invidio e ti odio!

    Voglio pure io essere circondata da uomini senza braghe.
    Io pure voglio ballare danze scozzesi e sfracellarmi al suolo.
    E accetto pure l’haggis, intanto c’è pure veggie!

  2. DIrei che stai proprio bene, anzi! Anche io faccio tutto all’ultimo, ma…i risultati lasciano a desiderare il piu’ delle volte! 🙂

  3. Ma che carina!! Il tuo outfit, come direbbero quelle fighe, mi piace tantissimo! Prima o poi dovro’ fare un post sui matrimoni italiani e quelli esteri, aspetto solo di fare piu’ esperienza qui.

  4. Grazie ragazze, avevo bisogno proprio di voi quando mi cambiavo compulsivamente e mi chiedevo #1#2#1#2?
    Sììì mi piace l’accostamento delle calze calzedonia, ma sai che mi hanno detto, “that’s very continental”… mah!

  5. …mi piaci vestita cosi’!! 🙂 Immagino quanto ti sia divertita!! A me piacciono le quadriglie, ma quando sono stata ai matrimoni qua in Inghilterra non le facevano. …beh, dovro’ farmi invitare a qualche matrimonio in Scozia!!

  6. Anche il mio matrimonio è stato al suono delle cornamuse…Callum ( che è un esperto suonatore di cornamuse insieme al padre, proprio lì a Glasgow) ha suonato per me(noi) e quello è stato il regalo di nozze più bello che ho ricevuto.
    Durante la cena mi ricordo che ha suonato una canzone il cui titolo dovrebbe essere tipo…Scozia, oh cara, o …fiore di Scozia…non me lo ricordo!! Ricordo solo la grande emozione che mi ha dato!
    Tna

    • Si grazie!!!Era proprio quella!
      Mio marito è un tipo classico, non si metterebbe mai il kilt!
      Ma ama la Scozia come me!
      Tina

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s