La Scozia vista dai miei

La quinta settimana di lavoro mi ha rapito e tenuto lontana da qui per un sacco di giorni, che sono dei nani e sono troppo corti per stiparci dentro tutte le mie cose. Oggi vi mostro la Scozia dal punto di vista di mamma e papa’, che sono venuti a trovarci:

I balconi. Ma non ci sono i balconi in Scozia? No. Ma come, non ci sono i balconi? Erm no. Ma e d’estate come si fa? Ma qui d’estate ci sono 10 gradi anzi l’estate non esiste come da noi. Ok. E poi passa un giorno e l’altro genitore ti guarda e  dice ma non ci sono i balconi in Scozia?

I magneti. Per prima cosa lunedi’ ho portato i miei in un negozio di souvenir e hanno comprato dei magneti. Il giorno seguente, lontano dal mio occhio guardingo, hanno comprato altri magneti. Oggi pomeriggio, poi, e’ successo che hanno acquistato dei magneti. Il frigo di casa Italia, nuovo polo terrestre.

calamitati
calamitati

I beni di prima necessita’. I miei genitori ci hanno spedito un pacco espresso pieno di cibo buono che ci ha fatto felici. Abbiamo solo accolto con scetticismo alcuni articoli, che abbiamo spiegato ai miei genitori esistere anche in questa desolata landa scozzese: un chilo di farina, un chilo di pasta, l’alloro. E mia mamma voleva metterci dentro le cipolle.

La pioggia. Questo imprevedibile fenomeno atmosferico attacca i miei genitori ogni volta che tentano di uscire di casa distogliendoli dai loro piani di giretto. Il loro ombrello si e’ rotto dopo circa un minuto e le scarpe di mio padre fanno entrare l’acqua come una barca col buco. Quindi se piove non escono. Quindi non escono.

I miei genitori sono sordi e non parlano una parola di inglese ma sono riusciti a comprare un mocio vileda col detersivo per pavimenti, a trovare la stazione e viaggiare tra il centro e casa mia, hanno ricevuto offerte di passaggi in macchina e la gente li saluta dai finestrini, mio padre conversa con tutti e non so come ma spesso funziona.

Buon Natale da casa Mont!

Advertisements

8 comments

  1. Questa volta mi sono fatta una solenne risata ed ho inviato un messaggio a Lauretta (California) perché legga questo ultimo capitolo. Credo che in qualcosa ci si ritroverà ….

    Buon Anno a te e Colin.

  2. […] venuto da lontano. Lo mandano i Mont parents, leader mondiali nell’invio di pacchi dono: mentre prima spazio prezioso veniva utilizzato per l’invio anacronostico di chili di farina ba…, ora ogni centimetro viene usato con sagacia militare, e la mia moquette si copre di formaggi e […]

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s