The devil wears boots

Questi giorni lunghi, densi di attesa e impazienza, mi hanno trasformato in un bizzarro mostro contemporaneo: anche nell’orrore mi mantengo di tendenza.

Sono diventata cultrice dello shopping da casa e appassionata frequentatrice di aste online. Se me lo avessero detto un mese fa avrei riso tossendo.

E invece eccomi qui, ibrido in ciabatte tra shopaholic e giocatore d’azzardo, che cerco oggetti da desiderare per farci sopra un’offerta, provvista di un budget da seienne che nello scenario piu’ roseo mi terra’lontana da questo infausto vizio, e in quello piu’ tetro mi spingera’ a vendere a mia volta i miei oggetti inestimabili alle aste online, in una spirale discendente che credo con certezza porti al centro della terra, dove risiede il diavolo con un computer aperto alla pagina aste online.

Nella mia recherche di affari imperdibili mi imbatto in didascalie interessanti, come ad esempio questa, che riporto testualmente: “I have alot of problems with boots because i have wide feet so i tend to buy alot of boots wear them couple of times then cant again”.

Saranno i piedi caprini?

Advertisements

2 comments

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s