Due settimane dopo

Noi abbiamo una casa ora, ci mancano solo più tutti i mobili e poi siamo adulti.

Sono due settimane che sono in Scozia, è bello, è tutto familiare in modo originale. Da quando sono arrivata ho compiuto un anno in più, ho trovato casa e ottenuto un pass per il BBC Good Food Festival in cambio di aiuto con lo stand del mio vecchio capo, Peppe. Mi piace essere qui, grande, alla ricerca di un lavoro, e svegliarmi ogni giorno in questa routine scozzese in cui la mamma di Colin è la mia coinquilina.

Cercare lavoro è un’attività delirante e senza contatto con la realtà: blateri cose su te stesso proponendoti come un aggeggio all’avanguardia, se non usi la parola chiave giusta ti cestinano, devi esaltarti in modo sintetico.

Per quanto mi riguarda, un giorno il mio curriculum mi sembra eccellente, l’altro mi convinco che lavorare come cameriera è la mia unica e realistica possibilità di carriera. Ogni giorno al telegiornale dicono che è la più grande crisi in Gran Bretagna dagli anni 80 e che la disoccupazione è mega mega mega.

Ma va va io vorrei dire.

Advertisements

One comment

  1. […] Ricominciamo da qui. E’ ottobre, compio ventinove anni, non ho un lavoro e al telegiornale parlano di catastrofe. Faccio domanda tre volte per lo stesso posto e alla fine lo ottengo, perché io lo sapevo che era mio. Di questo nuovo inizio e la vita in Scozia ho raccontato in questi mesi di blog. Una cosa però non ho ancora detto. Pronti? La porta Dalla Finestra […]

Say what you mean.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s